Il peso e le prestazioni della moto

L'angolo di Destro

Moderatori: Marlon, DoDo84

Bloccato
Destroyer
DD Top Poster
Messaggi: 27771
Iscritto il: venerdì 5 settembre 2008, 10:21
Provincia: st

Il peso e le prestazioni della moto

Messaggio da Destroyer » mercoledì 12 gennaio 2011, 14:26

Il peso e le prestazioni della moto

Considerazioni sull'importanza dei pesi e della distribuzione delle masse per le prestazioni

La moto è un sistema di pesi, anzi di masse in movimento.
Modificando il valore delle masse o la loro posizione relativa o la posizione tra queste ed il baricentro del sistema, il punto cioè in cui possiamo immaginarne concentrata l'intera massa, il comportamento di tutto il sistema cambia nelle variazioni dinamiche e direzionali:

A- in proporzione alla variazione di peso
B- in proporzione alla distanza della massa dal baricentro
C- in relazione alla posizione, rispetto al baricentro, alto, basso oppure avanti dietro.
D- in relazione al fatto che la massa sia sospesa all'interno del sistema, oppure non sospesa come nel caso di ruote o elementi di sospensione.

Tanto per fare un esempio, 200 gr in più o in meno sul cerchio-ruota anteriore modificano sensibilmente l'inerzia della ruota in senso verticale (risposta della forcella), l'inerzia rotatoria (effetto giroscopico) che altera la stabilità direzionale la quale è inversamente proporzionale alla capacità di inserimento in curva, e la capacità del freno di arrestare questa massa rotante.

Di contro, togliere 200 grammi dal coperchio frizione toglie solo soldi al portafoglio.
Ma una batteria, posta proprio sotto al serbatoio, più leggera di 1 kg modifica sensibilmente le caratteristiche di rollio in curva, facilitando l'abbassamento e rallentando il rialzo.
Togliere i 500gr di attrezzi dal vano codone posto ad 1 metro dal baricentro produce lo stesso effetto di un alleggerimento di 5Kg posti a 10 cm dallo stesso, ai fini della guidabilità della moto.

E avete riflettuto a quanto influisce sulla imprevedibilità dei comportamenti il carburante? Intanto per il peso, poi per la sua posizione, infine, e soprattutto, perché è mobile.
Provate a riempire il serbatoio di una spugna (meglio ancora due paratie verticali) che impedisca a quei 15 kg di carburante di arrivare come un'onda anomala sulla parte alta della moto (in ritardo sull'inserimento già avvenuto) e resterete sorpresi.

Ma attenzione, migliorare la risposta di una parte della moto, avanti-dietro o alto-basso, può squilibrarne completamente le risposte e ci si può trovare sulla groppa di una cavalletta sotto o sovra sterzante, che non scende in piega manco a pugni o che si rialza in hig-side bellissimi ma non molto godibili.

Infine, poiché tutto il peso pesa, c'è da dire che comunque, riducendo la spinta sui pneumatici, si riducono quei maledetti attriti che fanno aumentare la resistenza all'avanzamento con il cubo della velocità.
Vero, ma ricordiamoci che anche tute stivali e mutande pesano, e lo fa anche il pilota.

Allora, soprattutto a chi soffre di sovrappeso , consiglio di risparmiare i soldi del carbonio e del titanio e spendere, molto meno, per un buon dietologo.

Fonte Ting'avert - Si ringrazia l'autore birbo

Bloccato